Lug
25
Giovedì 25.07.2019 20:00 - 23:00

7 Maggio 1993 : fu la nostra alba, con la consegna della Charta di Costituzione, l' atto di nascita ufficiale del nostro Club.

Ma per lunghi mesi un gruppo di tredici Soci del R.C.Cantù-Erba, guidato da Pino Spinelli, su mandato del Governatore Luciano Deriu Campus, aveva lavorato disegnando la struttura, e individuando i possibili nuovi Soci, di un Club che fosse espressione diretta del comprensorio erbese, così come le valutazioni dello spessore sociale e professionale locale avevano da tempo suggerito.Iniziò così il nostro itinerario, un viaggio costellato di successi ed imprevisti, di realizzazioni e difficoltà, di incontri e addii, di soddisfazione ed ostacoli, ma sempre accompagnato dalla contezza del cammino percorso, seppure a velocità discontinua, e sempre proteso al raggiungimento di obiettivi meditati e misurati, di traguardi ispirati al "Service" rotariano. Insomma, un organismo vitale, con tutte le sue vicende, progressivamente inserito nel tessuto civile locale, e sempre più partecipe della dinamica del Distretto di appartenenza.

Intanto nasceva il Club Rotaract, sin dall' inizio attore insostituibile in una serie di interventi sul territorio, presenza complementare ed integrante della presenza rotariana nell' erbese. Il Gala della Moda, il sostegno al Melograno, l' orientamento UniAct, sono solo alcuni esempi tra le molte attività rotaractiane che hanno lasciato il segno nel nostro comprensorio.

R.C.Cantù-Erba Laghi fu la denominazione iniziale, sino all' a.r. 1999-2000, quando il nostro Club, ormai adulto, perse il prefisso che lo legava ancora al Club da cui proveniva per gemmazione.

Contemporaneamente, nasceva la dimensione internazionale del Club mediante il Gemellaggio con il R.C. Istres, in Provenza. Più tardi tale dimensione si ampliava ulteriormente con il Gemellaggio con il R.C. Muenchen-Martinsried, Baviera. Gemellaggi, giova dire, forieri in séguito di conseguimenti internazionali di grande peso (interventi in Ghana 2007-2009)

La vitalità del nostro Club si è sempre espressa attraverso la sua attiva presenza in ognuna delle "venues" rotariane : sia progetti diretti verso la collettività locale, sia  impegni di respiro internazionale, affrontati con altri operatori rotariani e non ; ed ancora, sia attività di contenuto sociale-umanitario, sia realizzazioni di profilo culturale-educativo-ricreativo ; una attenzione sempre viva verso talune istanze espresse dal territorio locale, senza mancare di dedicare energie anche a richiami di portata più ampia :  per esemplificare solo questi ultimi, ecco quindi interventi sul territorio Insubrico, la indagine documentale della dimensione sacrale del paesaggio lariano, il progetto Conoscere la Terra a beneficio delle scuole medie, il programma Virgilio a sostegno della neo-imprenditorialità lariana, la prolungata attiva presenza nello Scambio Gruppi di Studio, la promozione della Volta Greenway, l' indagine congiunta con le autorità Ticinesi per la Protezione Civile.Di tale vitalità è espressione anche l' accentuata dinamicità dell' organico del Club.

Inizialmente costituito con 29 Soci Fondatori (10 di essi ancora presenti nel Club), conta ora  43 Soci ; ebbene, questo incremento di organico, apparentemente contenuto, è stato possibile grazie alla ammissione nel tempo di ben  53  nuovi Soci, mentre vicende sia personali, sia familiari, sia professionali, causavano nel frattempo la uscita di  39  Soci. Nel contempo, va notato che, nonostante gli anni trascorsi, l' organico del Club, nato con una anzianità anagrafica media di  circa 56 anni, dopo diciassette anni sia oggi di poco superiore ( 57,7 anni). Il comprensorio erbese ha cioè sempre manifestato la capacità di far emergere persone giovani il cui profilo ben si attaglia alle istanze del nostro Sodalizio, assicurando così il ricambio di inevotabili fisiologiche uscite, e ulteriore espansione. E con ciò confermando le valutazioni iniziali sulla cui base era stata decisa la formazione del nostro Club.

Tuttavia, non va abbassata la guardia : il ringiovanimento di un Club deve rimanere nel tempo uno degli obiettivi permanenti delle sue dirigenze. Così come deve rimanerlo l' aumento della partecipazione femminile, oggi solo 7 %.Ulteriore documento della vitalità del Club è la partecipazione di suoi Soci a ruoli distrettuali : abbiamo sinora espresso un Governatore, due Assistenti del Governatore (presenza di 6 anni), un Presidente di Commissione Distrettuale (3 anni), e numerosi Membri di varie Commissioni Distrettuali ; altrimenti detto, pur geograficamente di provincia, il Club è però partecipe della più attiva centralità distrettuale.

Tuttavia, non si dirà mai abbastanza quanto sia importante per la vitalità, lo spessore, la visibilità, l'efficacia di un Club la sua partecipazione con propri Soci a ricoprire ruoli distrettuali ; si deve quindi auspicare che tale partecipazione sia chiamata ad essere incrementata.

 

loader

banner gero

 
© 2019 - Tutti i diritti riservati.
web by SOFOS Italia